CURA DELLA PELLE
E BENESSERE ESTETICO
Tricologia - dermatologia clinica ed estetica
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • mappatura nei
  • asportazioni capillari

esami e test

il tricogramma

Per effettuare un corretto tricogramma è necessario effettuare il prelievo di una sessantina di capelli da diverse zone del cuoio capelluto. Il paziente non dovrà effettuare lavaggi nei tre giorni precedenti il trattamento.

L’esame si effettua, in particolare, prelevando 20 capelli dalla zona frontale, 20 dalla parietale e 20 dalla occipitale. Attraverso un esame microscopico, i capelli vengono divisi nelle tre fasi principali: Anagen, Catagen e Telogen.

Il rapporto fra i capelli che crescono (ossia in Anagen) e i capelli in fase terminale (Telogen), relativamente alle diverse zone, offre un’indicazione chiara, consentendo con sicurezza di elaborare alcune diagnosi come la AGA (Alopecia androgenetica o calvizie comune), grazie anche al supporto della videodermatoscopia, che mostra i capelli miniaturizzati. In caso di AGA, infatti, sarà visibile una notevole differenza fra la percentuale riscontrata nella zona occipitale e la percentuale presente nella zona frontale, con un aumento dei Telogen in quest’ultima, segno dell’attività del DHT e della 5 alfareduttasi.

Oggi il tricogramma è praticato con minor frequenza rispetto al passato, ma è ancora molto utile, o anche importante, in caso di dubbi diagnostici.

Test genetici

Ecco di seguito i test genetici effettuati nel laboratorio del Dott. Giampiero Griselli, in collaborazione con la DermaGenoma:

  • Test per la risposta agli antibiotici nell’acne
  • Test per la cellulite da moderata a grave
  • Test per herpes genitali ricorrenti
  • Test per l’artrite psoriasica
  • Test per la risposta alla finasteride nella AGA
  • Test per la alopecia androgenetica maschile
  • Test per la alopecia androgenetica femminile

Questi test prevedono risposte estremamente veloci e vengono effettuati direttamente in ambulatorio, attraverso il prelievo del DNA con tampone salivare o sulla guancia, tramite le cellule di sfaldamento.

Share by: